Il grande spirito

Quando:
15 Maggio 2019@20:00–22:30 Europe/Rome Fuso orario
2019-05-15T20:00:00+02:00
2019-05-15T22:30:00+02:00
Dove:
Cinelandia Arosio
Via Valassina
14, 22060 Arosio CO
Italia

GIOVEDI’ 09 20.00 – 22.30
VENERDI’ 10 20.00 – 22.30
SABATO 11 14.45 – 17.15 – 20.00 – 22.20
DOMENICA 12 14.45 – 17.15 – 20.00 – 22.20
LUNEDI’ 13 20.00 – 22.30
MARTEDI’ 14 20.00 – 22.30
MERCOLEDI’ 15 20.00 – 22.30

Data uscita: 09 Maggio 2019

Regia: Sergio Rubini
Cast: Sergio Rubini, Rocco Papaleo, Bianca Guaccero
Genere: Commedia
Durata: 113′

Anno: 2019
Produzione: Fandango
Distribuzione: 01 Distribution

In un quartiere della periferia di Taranto, durante una rapina, uno dei tre complici, un cinquantenne dall’aria malmessa, Tonino approfittando della distrazione degli altri due, ruba tutto il malloppo e scappa. Il suo è un gesto di riscatto nei confronti di chi non ha più rispetto del suo lungo e onorato curriculum delinquenziale, macchiato da un fatale errore, che gli è valso l’ignominioso appellativo di Barboncino. La corsa di Tonino, inseguito dai suoi complici sempre più infuriati, procede verso l’alto, di tetto in tetto fino a raggiungere la terrazza più elevata, oltre la quale c’è lo strapiombo, che lo costringe a cercare rifugio in un vecchio lavatoio. Lì trova uno strano individuo dall’aspetto eccentrico: porta una piuma d’uccello dietro l’orecchio, sostiene di chiamarsi Cervo Nero, di appartenere alla tribù dei Sioux e aggiunge che il Grande Spirito in persona gli aveva preannunciato l’arrivo dell’Uomo del destino! Tonino si trova sotto assedio: il quartiere è presidiato dai suoi inseguitori e gli angoli delle strade controllate. In una immobilità forzata dovuta ad una caduta da un’impalcatura, con il bottino finito sepolto sotto una montagna di pietrisco in un vicino cantiere, falliscono i suoi tentativi velleitari di recuperare la refurtiva e di organizzare una fuga con l’ex-compagna Milena. Tonino è completamente solo. Non gli rimane che un’unica disperata alternativa: allearsi con quello squilibrato che si comporta come un pellerossa e che, proprio perché guarda il mondo da un’altra prospettiva, potrà forse fornirgli la chiave per uscire dal vicolo cieco in cui è finito.